Voto degli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi
06/04/2017
Voto degli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi

Referendum popolare  del 28 maggio 2017 
Voto degli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi
Nelle more della pronuncia dell’Ufficio Centrale per il referendum presso la Corte di Cassazione, che interverrà solo dopo la conversione del Decreto Legge 17 marzo 2017 n.25. Si comunica che in in  adempimento alla fase preparatoria del  Referendum popolare previsto per il  28  maggio 2017   gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale, possono esercitare il diritto di voto per corrispondenza nella Circoscrizione estero, previa espressa opzione valida per un’unica consultazione.
L’opzione per il voto per corrispondenza deve pervenire al comune di iscrizione nelle liste elettorali entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali (con possibilità di revoca entro lo stesso termine).

La dichiarazione di opzione può essere inviata, unitamente alla copia di documento d' identità valido, secondo le seguenti modalità: La dichiarazione di opzione da presentare entro il giorno 25 marzo 2017, ( saranno considerate valide le opzioni pervenute entro , mercoledì 26 aprile)  deve contenere l’indirizzo postale estero cui inviare il plico elettorale.
 
 
Documenti
  1. Mod. opzione per l' esercizio del voto per corrispondenza nella circoscrizione estero